Spettacoli teatrali a Pordenone

Spettacoli teatrali a Pordenone dal 1996: La nostra storia!

Il gruppo teatrale Estragone nasce nel 1996 per volontà di Norina Benedetti (Curriculum Vitae) e Cristiano Francescutto. Il debutto della giovane compagnia amatorial avviene nel 1997 con uno spettacolo dal titolo “I cacai nelle cacaiette non danno cachi”, un collage delle più famose pièces di E.Ionesco, esplicito omaggio al teatro dell’Assurdo ed evidente dichiarazione d’intenti per il futuro.

Il nome Estragone ha una doppia accezione: da un lato richiama il teatro moderno, il teatro di rottura con le tradizioni, il teatro che accompagna una riflessione sul bisogno di comunicare,il teatro che fa parlare di sé. Questo lato è rappresentato da “Estragone” in quanto personaggio beckettiano.

Ma l’Estragone è, in realtà, una pianta perenne, conosciuta come Dragoncello, molto aromatica, usata in cucina per insaporire i piatti e, nell’antica medicina popolare, per dare vigoria e immunizzare contro le malattie.

Quale migliore augurio, dunque, per una nascente compagnia se non quello di radicarsi sul territorio e di “insaporire” le scene con spettacoli che abbiano sempre un tocco di originalità. Negli anni successivi la compagnia con la regia di Norina Benedetti si confronta sia con testi classici rivisti sotto una luce moderna come il “Sogno di una notte di mezza estate” e l”Otelma” di W.Shakespeare vincitore come migliore regia al concorso teatrale dei Progetto Giovane di San Vito al Tagliamento, sia con testi moderni come “Sulla esse verso mezzogiorno” liberamente ispirato a R.Queneau, o con la commedia surreale­noir “M” di W.Allen.

Partecipa inoltre a “Dedica a Moni Ovadia” con un collage di testi contemporanei, tra cui Etty Hillesum, Emily Dickinsons, Walt Whitman.

Nel 2003 la compagnia si costituisce in Associazione culturale e diviene membro sia della FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori), sia dell’ ATF (Associazione Teatro Friulano) divenendo uno dei punti di riferimento per quanto riguarda gli spettacoli teatrali a Pordenone. Di quello stesso hanno è la commedia brillante “A letto con 100, amata più nessuna” da N.Coward,, e il dramma “La voce umana” di J.Cocteau entrambi per la regia di Norina Benedetti.

Nel 2004 con la regia di Tyrone Bertolo va in scena ancora un’opera impegnata, quale ”Le serve” di J.Genet. Nel 2005 con la regia di Andrea Trangoni, la compagnia presenta la commedia ad equivoci ”Ciò che vide il maggiordomo”di J.Orton. L’opera, oltre ad aver partecipato a rassegne locali è stata ammessa al Festival Nazionale “Si alzi il sipario” di Bolzano e al concorso “Teatro a tema “ di Trieste.

Nel 2007 con la regia di Carla Manzon,debutta “Novecento, il pianista sull’oceano”. Oltre ad un’intensa tournée , lo spettacolo è stato insignito con numerosi premi regionali e nazionali. Dello stesso anno è lo spettacolo per bambini “Tre doni, tre magie” per la regia di Norina Benedetti

Nel 2008 nuovamente con la regia di Andrea Trangoni, l’associazione ritorna ad i classici con “Il Malato immaginario” di Molière, insignito del premio come migliore attore e milgiore attrice al concorso “Teatro a tema “ di Trieste.

Nel 2010 la compagnia ripropone la commedia scecspiriana sogno di una notte di mezza estate con il titolo di “Che cos’è l’amor” insignito di premio come migliore spettacolo al concorso “Teatro a tema “ di Trieste. Nel 2012 è la volta del monologo drammatico “Resurequie” interpretato da Norina Benedetti, attualmente in tournée e insignito di numerosi premi nazionali. Debutta anche lo spettacolo per bambini “Nel paese di Sognibelli” per la regia di Gianluca Valoppi.

Nel 2013 debuttano due spettacoli per bambini “Che ridere” interpretato e diretto da Norina Benedetti e “Notte senza luna” con Diana della Bianca e Martina Favret, per la regia di Gianluca Valoppi.

Nel 2014 tre sono le produzioni con il monologo “Scufute rosse va alla guerra” scritto e interpretato da Norina Benedetti per la regia di Carolina Calle Casanova, insignito come migliore spettacolo e maggiore gradimento del pubblico al concorso “Teatro a tema “ di Trieste, la commedia brillante “Ciò che vide il maggiordomo” per la regia di Gianluca Valoppi e lo spettacolo per bambini “Il flauto magico” interpretato e diretto da Norina Benedetti.

Nel 2017 debutta un nuovo spettacolo per bambini “Gnam” scritto da Caterina Bartoletti per la regia di Giovanni Dispenza con Francesca Passador e Serana Ervas.